skip to Main Content
UODO: Le Banche Non Possono Sempre Fotocopiare Una Carta D’identità

UODO: Le banche non possono sempre fotocopiare una carta d’identità

Secondo il presidente dell’Ufficio per la protezione dei dati personali, l’art. 112b del Banking Law Act non consente alle banche di effettuare fotocopie e scansioni delle carte d’identità dei clienti, ad esempio per creare un conto bancario o esaminare l’affidabilità creditizia del cliente. Tutto quello che devi fare è annotare i dati dai tuoi documenti di identità.

Fare una copia delle carte d’identità è legale solo se risulta direttamente dalle disposizioni del grado dell’atto.

Nel frattempo, l’art. 112b della legge bancaria consente il trattamento ai fini delle informazioni sull’attività bancaria contenute nei documenti di identità delle persone fisiche. Questa disposizione non dice nulla sul fatto che le banche possano fare copie delle carte d’identità.

Fotocopiatrice non per ogni attività

Tale posizione è stata presentata dal presidente di UODO in risposta a una lettera del presidente dell’Associazione bancaria polacca, che, sotto l’influenza di uno degli annunci sul sito web dell’Ufficio, ha chiesto un’analisi delle norme a tale riguardo. In risposta, il presidente dell’Ufficio indica che la copia dei documenti di identità quasi ad ogni passo solleva dubbi sull’organismo di vigilanza.

Ecco perché il presidente di UODO si oppone fermamente a questa pratica con ogni attività.

Sottolinea inoltre che la decisione emessa dall’ispettore generale per la protezione dei dati personali del 22 febbraio 2013, numero di riferimento DOLIS / DEC-211/13 non si basa attualmente su disposizioni legali. 

Inoltre, fare copie dei documenti di identità ne facilita l’utilizzo per altri scopi da parte di entità non autorizzate, incluso il furto di identità.

A volte è possibile copiare documenti

Il presidente dell’UODO nella sua risposta al presidente dell’Associazione bancaria polacca indica che, in alcune situazioni, la copia, ad esempio, di carte d’identità è legale. La base per fare copie dei documenti di identità sono le disposizioni della legge del 1 ° marzo 2018 sulla lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo.

Tuttavia, è possibile nei casi specificati nella presente legge, come ad esempio l’esecuzione di una transazione occasionale equivalente a 15.000 PLN. euro o più, o in caso di sospetto riciclaggio o finanziamento del terrorismo.

Tuttavia, il presidente dell’UODO indica che la possibilità di copiare documenti di identità nei casi specificati nella presente legge non equivale a tale obbligo da parte delle banche. 

Inoltre, ogni volta che la banca ai sensi dell’art. 34 della legge sulla lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo intende copiare un documento di identità, questa decisione dovrebbe essere preceduta da un’analisi e verifica se tale azione sia effettivamente necessaria, in conformità con i principi di finalità e minimizzazione di cui all’art. 5 paragrafo 1 lettera b) ec) GDPR, vale a dire il regolamento generale sulla protezione dei dati personali.

FONTE: AUTORITA’ GARANTE DELLA POLONIA  UODO – uodo.gov.pl

Back To Top