skip to Main Content
NOTIZIE DALL’AUTORITA’ GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI DELLA FRANCIA, CNIL: FUTURA INTERNATIONALE Sanzionata Per 500.000 Euro Per Sollecitazione Telefonica Illegale

NOTIZIE DALL’AUTORITA’ GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI DELLA FRANCIA, CNIL: FUTURA INTERNATIONALE sanzionata per 500.000 euro per sollecitazione telefonica illegale

La formazione limitata del CNIL ha pronunciato una sanzione di 500.000 euro contro la società FUTURA INTERNATIONAL. In particolare, è accusato di non aver rispettato i diritti delle persone sollecitate nelle transazioni commerciali.

FUTURA INTERNATIONALE è specializzata nell’isolamento termico di abitazioni private. Come parte della sua attività, utilizza i servizi di numerosi call center situati principalmente al di fuori dell’Unione Europea e realizza campagne telefoniche di prospezione.

La CNIL ha ricevuto un reclamo da una persona che spiegava di essere stata contattata molto regolarmente da questa società, mentre aveva indicato al telelavoratore che non voleva essere chiamato e che aveva anche esercitato il suo diritto di opposizione per posta.

Un controllo presso la sede della società ha rivelato che la società aveva ricevuto diverse lettere da persone che si lamentavano di continuare a essere sollecitate nonostante la loro opposizione.

L’audit ha anche riscontrato molte altre carenze.

In particolare, è emerso che i file dell’azienda contenevano numerosi commenti eccessivi riguardanti i clienti o relativi al loro stato di salute. Inoltre, le persone non sono state adeguatamente informate sul trattamento dei loro dati personali o addirittura spesso registrano la conversazione.

Nell’ottobre 2018, il presidente della CNIL ha invitato la società a conformarsi al regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), chiedendole di adottare le misure correttive necessarie. La CNIL non ha ricevuto una risposta soddisfacente a questo avviso e il Presidente della CNIL ha quindi deciso di avviare una procedura sanzionatoria.

Sulla base delle indagini svolte, l’addestramento ristretto – responsabile della pronuncia delle sanzioni – ha riscontrato cinque carenze nell’RGPD:

  • incapacità di tenere conto del diritto di opposizione delle persone (nessuna procedura è stata efficace nel garantire che le persone che hanno resistito alla ricerca non siano più chiamate);
  • la presenza di dati non pertinenti (commenti offensivi o relativi alla salute delle persone) nel file cliente dell’azienda;
  • Informazioni insufficienti delle persone contattate in merito al trattamento dei loro dati personali e dei diritti di cui beneficiano;
  • mancanza di collaborazione con il CNIL;
  • supervisione inadeguata dei trasferimenti di dati personali a fornitori situati al di fuori dell’Unione Europea.

Dato il numero di carenze, la loro persistenza e la loro gravità, la formazione ristretta ha multato 500.000 euro contro FUTURA INTERNATIONAL.

Rendendo pubblica la sua decisione, la formazione ristretta desidera attirare principalmente l’attenzione su due punti:

  • la CNIL presta particolare attenzione al rispetto dei diritti delle persone, in particolare nel contesto delle pratiche di telelavoro, che sono una preoccupazione quotidiana delle persone;
  • collaborare con il CNIL è un obbligo che, se non rispettato, è punibile.
Back To Top